Questo blog e' libero dal NOFOLLOW!

drivexml

Ho sempre reputato DriveImage XML il migliore programma, per Windows, per il backup e il ripristino di intere partizioni; semplice da utilizzare, freeware, efficiente, sicuro, solido… insomma un programma da mettere nella cassetta degli attrezzi. La domanda che mi sono sempre posto è se un giorno i programmatori della Runtime Software sarebbero riusciti a migliorarlo… negli ultimi giorni è arrivata la risposta… si. A più di un anno dal rilascio della precedente versione, è infatti stato reso disponibile una nuova release; ammetto di essermi entusiasmato leggendo il loro blog e le FAQ del loro sito, ma si sa… a volte si esagera un tantino e ci si pavoneggia più del dovuto, ecco allora che ho voluto verificare quanto reali fossero i miglioramenti facendo un confronto diretto con la con la oramai vecchia versione 1.21.

Ma andiamo con ordine, non me ne vogliate… ho cercato di ripetere le prove più volte… ma non ottenuto tanti campioni da poter eseguire una analisi statistica completa; il backup è stato eseguito su una partizione NTFS compressa, contenete Windows XP e svariati programmi, ed è stato salvato su un altra partizione NTFS compressa… ciò rappresenta evidentemente il caso più sfavorevole in assoluto, infatti è stato utilizzato un solo Harddisk e il sistema ha avuto a che fare con la compressione del file systems.

Dati partizione di cui si è eseguito il backup
Dimensioni partizione: 19,5GB
Dimensioni su disco dei file: 11,7GB
Dimensioni effettive dei file: 16,3GB

Come si può osservare la compressione del file systems svolge un egregio lavoro, portando ad un risparmi di ben 4,7GB. Di seguito sono riportati i dati ricavati dai test ottenuti.

versione e tipo backup dimensione finale tempo
v2.01 no compressione 12,0 GB 20min 04sec
v1.21 no compressione 12,0 GB 21min 56sec
v2.01 compressione leggera 11,8 GB 20min 19sec
v1.21 compressione leggera non disponibile non disponibile
v2.01 compressione alta 10,5 GB 42min 34sec
v1.21 compressione alta 10,5 GB 47min 22sec

Come si può osservare, pure lavorando nello scenario peggiore, è visibile un discreto miglioramento dal punto velocistico (la dimensione degli archivi creati fondamentalmente non è variata se non di qualche kbyte) prossimo al 9,5% in assenza di compressione ed 11% in presenza di questa… nulla di eclatante nel caso di piccole partizioni, ma nel caso di partizioni ben più grosse possono significare un bel pò di minuti risparmiati. Da segnalare inoltre l’aggiunta dell’opzione di compressione veloce, da cui mi sarei aspettato qualche cosa in più, che a fronte di un incremento del tempo necessario alla conclusione del backup dell’1%  permette un risparmio del 2% delle dimensione del backup.

Inevitabilmente i risultati saranno migliori in assenza di compressione NTFS ed in presenza di un secondo Harddisk su cui salvare il backup, ma credo che lo scenario più reale sia quello utilizzato per il test. Indubbiamente DriveImage XML si riconferma un ottimo programma per il backup, restore non che la copia diretta di partizioni. Un piccolo appunto riguarda la licenza, il programma inizia ad essere specificatamente free per nella versione personale, mentre è licenziato per uso commerciale (su sito è indicata la possibilità di pacchetti di licenze).

Download:
DriveImage XML V2.01


Hai trovato interessante quest'articolo? Dagli un voto... mi aiuterai a migliorare!

Puoi trovare altri interessanti articoli nella Homepage

477 reads

Categorie: Freeware, Software, Vista, Windows, XP



One Response to “DriveImage XML – Il migliore programma freeware per il backup di intere partizioni sotto Windows diventa più veloce.”

  1. […] subito corso a Bart’s PE… ed alle immagini del Sistema Operativo create in precedenza con DriveImage XML (sempre sia lodato!!!!). Ma che senso ha ripristinare la partizione del sistema operativo, se nella […]