Questo blog e' libero dal NOFOLLOW!

pebuilder

Aggiornamento: per chi possiede un’unità flash USB con capacità maggiore di 4Gb consiglio di leggere prima l’articolo “BartPE su unità flash USB con capacità maggiore di 4Gb? Si è possibile!

Come abbiamo avuto modo di vedere in un articolo precedente, BartPE è un Windows XP Cd/DVD bootable creato con PE Builder. Pur essendo un estimatore del Pinguino e di tutte le sue incarnazioni (le varie distribuzioni Live CD di Linux) ritengo che BartPE sia impareggiabile nel caso in cui il nostro ben amato Windows decida di fare le bizze e non ci permetta più di avviare il sistema per accedere ai nostri dati e nel caso si voglia ripristinare un’immagine creata precedentemente con DriveImage XML (di cui in un articolo passato ho illustrato brevemente come si usa DriveImage XML passo passo).

Fin qui tutto bene… almeno per tutti quei pc provvisti di un lettore Cd/DVD. Il problema sorge infatti nel caso in cui il PC sia sprovvisto di tale periferica… e gli ultimi arrivati, ovvero EeePC e compagnia bella, ne risultano sprovvisti e non tutti sono disposti a spendere un capitale per l’acquisto di tale periferica in versione USB. Se a questo aggiungiamo che le unità flash USB sono così comode e veloci che le fanno preferire sempre più a CD e DVD, ecco allora che i motivi per desiderare di poter aver BartPE su di una unità flash USB crescono.

Come abbiamo già detto PE Builder si occupa unicamente di creare Cd/DVD bootable, e la semplice copiatura dei file contenuti in esso su di una unità flash USB non permette id avere una copia funzionante di BartPE. La procedura corretta per la creazione di una copia di BartPE su USB non risulta particolarmente complessa (specie utilizzando il comodissimo PeToUSB), in ogni caso seguendo la procedura che mi appresto ad illustravi il tutto può essere eseguito in un paio di minuti… sempre che stiate utilizzando Windows XP (con Vista non sono riuscito ad ottenere una copia funzionante su unità flash USB neanche pregando in aramaico antico!). Allora pronti? Partiamo!

Il primo passo da compiere è quello di formattare la nostra chiavetta USB con il filesystem FAT dato che questo risulta essere in molti casi il filesystem che la quasi totalità dei pc riconosce per eseguire il boot da tali dispositivi. Come molti avranno avuto modo di verificare che Windows permette di formattare le unita flash USB di elevata capacità con il filesystem FAT32 (per i nostri scopi è necessaria una unità con capacità uguale o maggiore di 256MB), ragione per cui risulta necessario utilizzare HP USB Disk Storage Format Tool.

A questo punto ci possiamo dedicare a BartPE; dopo aver eseguito l’installazione di PE Builder (consiglio di non cambiare la cartella di installare del programma cosi da usare i quanto sarà consigliato più avanti) e averlo avviato è possibile passare alla configurazione di PE Builder e di quello che sarà il nostro BartPE. Innanzitutto è necessario indicare nella finestra principale di PE Builder il percorso del Cd d’installazione di Windows o della cartella contente tali files, possiamo lasciare che sia PE Builder ad occuparsi della ricerca del Cd oppure proponiamo noi il percorso.

Terminata questa prima fase è possibile selezionare, aggiungere o modificare i plugins che si vuole integrare in modo da averli disponibili per le emergenze. Con Plugins si intendono dei veri e propri programmi che vengono integrati in BartPE e che possono essere utilizzati direttamente senza essere installati su Harddisk. Nello specifico quelli già presenti in BartPE sono più che sufficienti per i nostri scopi, per cui ci limiteremo a modificare il layout della tastiera e ad scaricare e aggiungere solamente il plugin di DriveImage XML.

Per accedere alla finestra di gestione dei plugins è sufficiente premere il pulsante Plugins, in essa sono elencati  i plugins attualmente installati, con indicato lo stato (attivato,disattivato). Sempre attraverso tale finestra è possibile aggiungere, configurare, modificare o eliminare i plugin.

plugbart

Per la modifica del layout della tastiere (ed impostare quella italiana) è sufficiente selezionare l’apposito plugin dalla lista e premere il pulsante Modifica, quindi togliere i “ ; ” alla riga contente il seguente codice

0x1, “Keyboard Layout\Preload”, “1”, “00000410”

a questo punto è sufficiente chiudere la finestra e salvare le modifiche.

Passiamo quindi ad aggiungere il plugin DriveImage XML; attraverso il pulsante Aggiungi sarà possibile includere l’archivio .cab appena scaricato nell’elenco dei disponibili, mentre per l’attivazione dello stesso è sufficiente selezionare il plugin e premere il pulsante Attiva/Disattiva. Una volta terminati i cambiamenti è sufficiente premere il pulsante Aggiorna e quindi chiudere la finestra premendo il pulsante Chiudi, e tornare in questo modo alla finestra iniziale.

A questo punto, è sufficiente lasciare inalterate le opzioni del Media Output, dato che non è nostro interesse creare un Cd/DVD ma è ottenere i file necessari per la creazione del BartPE, e premere il pulsante Crea per portare a termine l’operazione.

Termianta questa parte della procedura è possibile portare a termine il lavoro attraverso die strade differenti: una breve che fa ricorso a PeToUSB e una un pò più lunga che fa uso di della riga di comando. Ad essere sincero consiglio la prima via… la seconda è per gli stoici… comunque per cultura personale ve la indicherò lo stesso.

Utilizzando PeToUSB

consente di rendere l’ultima parte della procedura veramente semplice e veloce, infatti è sufficente indicare attraverso il riquadro Destination Drive l’unità flash USB su cui si intendono copiare i file di BartPE e nel riquadro Source Path To Built BartPE/WinPE Files la path del sorgente creata da PE Builder per la generazione di BartPE (se avete lasciato le impostazioni di default durante l’installazione di PE Builder sarà C:\pebuilder3110a\BartPE). A questo punto è sufficiente premere il pulsante Start ed attendere un paio di minuti, dopo di che la vostra unità flash USB sarà pronta per essere testa.

Utilizzando la Riga di comando

bartpe_file

In questo caso si farà ricorso sia al buon vecchio Prompt dei comandi che l’Esplora risorse; attraverso l’esplora risorse portiamoci nella cartella

C:\pebuilder3110a\BartPE\Programs\peinst

trasciniamo il file peinst.cmd nella finestra del Prompt dei comandi.

bartpe_pc

Ora arriva la parte forte… in successione è necessario digitare

1

quindi indicare la path sorgente (nel caso in cui abbiate seguito il mio suggerimento inziale è sufficiente copiare e incollare quanto segue)

C:\pebuilder3110a\BartPE

quindi digitare

2

quindi indicate la lettera associata alla vostra unità flash USB, ad esempio nel mio caso

H:

bartpe_pc2

A questo punto sarà apparsa una nuova voce all’elenco, non resta quindi che digitare

5

ed infine digitate

1

In tal modo avrà inizio l’operazione di copiatura sull’unità flash USB dei file di BartPE.

A questo punto la procedura è completamente terminata, non rimane che verificare il corretto funzionamento di BartPE. Riavviato il PC è necessario andare a modificare le impostazioni del Bios riguardanti le priorità di boot e gli Hard Disk, da una esperienza personale ho avuto modo di sperimentare come molte unità flash USB vengano considerati Hard Disk e non memorie removibili come intuitivamente ci si potrebbe aspettare.

Download:

HP USB Disk Storage Format Tool

Bart’s Preinstalled Environment (BartPE) bootable live windows CD/DVD

Plugin di DriveImage XML

PeToUSB


Hai trovato interessante quest'articolo? Dagli un voto... mi aiuterai a migliorare!

Puoi trovare altri interessanti articoli nella Homepage

258 reads

Categorie: Freeware, Software, Trucchi, Tutorial, Windows, XP



8 Responses to “Installare DriveImage XML e BartPE su unità flash USB.”

  1. Pseudonic (1 comments) ha detto:

    Ottima guida, Grazie

  2. […] mi dilungo molto sulla modalità di impiego… per eventuali delucidazioni vi consiglio di vedere quest’articolo. Sappiate solamente che non andando a toccare nessun plug-in, il cd che creerete conterrà tutto il […]

  3. www (1 comments) ha detto:

    ottima guida
    ho creato tre partizioni nella usbflash con boot manager XOSL (grafico)
    1.hiren’s cd
    2.bartpe
    3.vistalive

    una ottima chiavetta per il ripristino pc
    [email protected]

  4. […] qualche mese fa vi ho parlato della possibilità di installare BartPE su una unità flash USB non mi ero reso conto di quale dramma potesse essere avere a disposizione un unità con capacità […]

  5. Jill91 (2 comments) ha detto:

    Buon Giorno, intanto complimenti per questo ottimo articolo ma ho avuto un problema: a circa meta caricamento di BartPE mi dice Impossibbile Trovare iaStor.sys, come mai? qualcuno mi puo aiutare?

    P.S. ho provato entrambi i modi, e piu di una volta.

  6. IngMecc (169 comments) ha detto:

    Innanzitutto grazie…

    devo ammettere di aver avuto anche io problemi per quel che riguarda BartPE, ma legati esclusivamente al fatto che la pendrive non risultasse bootable. Ti consiglio di controllare bene il momento in cui viene creato BartPE (i vari plugin caricati e/o se il cd di Windows Xp risulta graffiato… ). In ogni caso ti invito a dare un occhiata a questo articolo, magari quest’altro sistema è in grado di risolve il tuo problema.

    Fammi sapere.

  7. Jill91 (2 comments) ha detto:

    Grazie anche per la risposta tempestiva, ho provato a eseguire anche quest’ altra guida ma ho sempre lo stesso problema, appena posso provo con un altro cd di windows sperando che sia questo il problema.

    Grazie ancora.

  8. IngMecc (169 comments) ha detto:

    Da una piccola ricerca sembra che il problema sia risolvibile integrando i driver Intel Matrix Storage in BartPE… ti consiglio di fare una ricerca con Google per trovare la procedura