Questo blog e' libero dal NOFOLLOW!

MediaCoder

Non è la prima volta che sono spettatore di un evento del genere, il passaggio di una software dalla dottrina dell’Open Source a quella del Freeware dispiace sempre un po e comunque sorprende un po. In fondo poteva andare peggio.

Esteticamente MediaCoder non è cambiato molto negli ultimi aggiornamenti, si sintetizza in una finestra piena di schede, perfetta per chi ama avere tutto sotto controllo, ma allo stesso tempo molto ordinata attraverso cui personalizzare l’output. Il programma si adatta alle esigenze di chiunque, è possibile scegliere tre tipi diversi di interfaccia (ridotta, normale e per esperti) cosi da non essere costretti a perdersi nei meandri dei settaggio ed ottenere conversioni di buon livello con poco sforzo.

Sotto il cofano invece si trovano numerosi miglioramenti (tra giunzioni e bugfix), la lista è lunga e frazionata nella moltitudine di aggiornamenti che costellano la vita di questo programma, ma è giusto segnalare quella che reputo una vera chicca: CUDA (schede supportate).

Benché il download del programma non sia dei più leggeri (nella versione full parliamo di circa 15Mb), il programma non è completo di tutti di codec necessari per il suo funzionamento, motivo per cui viene offerta la possibilità di eseguire il download automatico di quanto manca a rendere MediaCoder capace di convertire di tutto (manca poco anche i sassi 😀 ). Questo è un aspetto positivo per chi possiede una connessione veloce, mentre diventa un vero problema per chi, come il sottoscritto, possiede una connessione a dir poco ridicola (thanks Vodafone!) o ne è momentaneamente sprovvisto.

Altro difettuccio che mi fa un po storcere il naso, riguarda l’avvio del programma. Non aspettatevi un avvio canonico, risulta necessario aspettare che si apra il vostro browser preferito per premere il pulsante start dell’apposita pagina. Nulla di che, solo che non reputo molto elegante l’essere monitorato (negando il permesso di accedere ad internet il programma non mi è partito nemmeno a pregarlo), ok che il programma è gratis… però non mi va.

A parte questo (forse sono io troppo paranoico… e queste sono soltanto scemenze), il programma è in grado di fare la felicità di coloro che si trovano spesso a dover codificare file multimediali, per la sua maneggevolezza e possibilità di configurazione.

Download:
MediaCoder 0.7.1.4496 – Windows


Hai trovato interessante quest'articolo? Dagli un voto... mi aiuterai a migliorare!

Puoi trovare altri interessanti articoli nella Homepage

463 reads

Categorie: Freeware, Software, Vista, Windows, Windows 7, XP



2 Responses to “MediaCoder – Un addio a SourceForge… si diventa freeware.”

  1. mazda mx-5 (2 comments) ha detto:

    Ma un altro meglio di media coder cè un altro convertitore
    provate a vedere in questo sito:
    http://www.winpenpack.com/main/request.php?1002

  2. IngMecc (169 comments) ha detto:

    Grazie per la dritta, lo proverò.